Accesso al pannello di amministrazione dell'eshop >> (Questo messaggio lo vedi solo tu!)
MiscelatoriWeb

Condizioni di vendita

Termini e Condizioni di vendita per l'Italia a tutela dell'acquirente

Tutti i prezzi esposti dei nostri prodotti sono comprensivi di

IVA.

Le seguenti condizioni devono essere integrate in ogni contratto e sostituiscono eventuali condizioni poste dall'Acquirente. Le presenti condizioni non devono essere modificate né ad esse si può rinunciare salvo espressa approvazione scritta dall'Azienda.
PREZZI E OFFERTE
Il prezzo dei Prodotti e/o Servizi è il prezzo dell'offerta proposta da TECNOSEAP srl. Tutte le offerte presentate su  per la fornitura di Prodotti e/o Servizi rimarranno aperte ai fini dell'accettazione per il periodo indicato sull'offerta stessa. In ogni altro caso i prezzi sono quelli in vigore al momento. I costi di trasporto si intendono inclusi nell'offerta se non diversamente concordato per iscritto. Quindi solo se specificato tutti i costi di trasporto, container, imballaggio, assicurazione e altri costi verranno conteggiati a parte.
 Prima della consegna all'Acquirente TECNOSEAP srl, titolare del sito Casalivingshop.it non può modificare i prezzi salvo il caso in cui eventuali variazioni di prezzo siano necessarie a causa di richieste di modifica o aggiunte da parte dell'Acquirente.
PAGAMENTO
 Se non diversamente concordato per iscritto, il pagamento avviene in un'unica soluzione al momento dell'ordine.
MODIFICHE
 TECNOSEAP srl si riserva il diritto, in ogni momento e senza preavviso, di apportare modifiche alle specifiche dei Prodotti atte a migliorarne l'utilizzo.
CONSEGNA
 Se non convenuto altrimenti, TECNOSEAP srl, titolare del sito Casalivingshop.it, sceglierà il metodo di trasporto ed il vettore. L'Azienda non assume alcuna responsabilità per alcuna perdita o danno ai Prodotti una volta consegnati al Cliente, eccetto il caso in cui TECNOSEAP srl, provveda alla copertura assicurativa dei Prodotti a favore dell'acquirente. La merce danneggiata non può essere restituita senza previa autorizzazione.
 Se, dopo aver ricevuto dall'Azienda la comunicazione che i Prodotti sono pronti per la fornitura, l'Acquirente non accetta la consegna dei Prodotti entro 30 giorni, TECNOSEAP srl può venderli o stoccarli a spese dell'Acquirente.
 TECNOSEAP srl farà tutto il necessario per evitare ritardi nella consegna. La mancata fornitura dovuta a cause di forza maggiore entro i termini indicati non rappresenta tuttavia un motivo sufficiente per l'annullamento dell'ordine. TECNOSEAP srl non risponde nemmeno dei danni conseguenti o perdite economiche dirette o indirette causati da ritardi di consegna dovute a cause di forza maggiore.
Come comportarsi alla consegna della merce
 
Alla consegna è necessario controllare che:
- Il numero dei colli in consegna corrisponda a quello indicato nel documento di accompagnamento (lettera di vettura o documento di trasporto).
- L'imballo risulti integro, non danneggiato ne' bagnato o altrimenti alterato.
Nel caso il pacco non fosse perfettamente integro, lo ritiri con riserva, ovvero, a fianco alla firma sul bollettino di consegna del corriere, scriva chiaramente la dicitura "ricevuto con riserva per pacco danneggiato", o, in altri casi, indichi sempre il motivo (es. "...per pacco aperto","...per pacco bucato", "...per pacco bagnato", etc)
Se il pacco è danneggiato gravemente, in modo da aver procurato sicuramente anche danni al contenuto interno, respinga la merce chiedendo chiaramente di apporre sempre sul bollettino, la dicitura "merce rifiutata per pacco danneggiato".
Riserve generiche non potranno costituire oggetto di rivalsa nei confronti del corriere.
Eventuali contestazioni devono essere immediatamente sollevate al vettore, diversamente il prodotto si considera consegnato correttamente.
Nei casi appena citati e, quindi, nei casi di merce effettivamente danneggiata, si provvederà, a stretto giro, alla sostituzione dell'oggetto danneggiato e non dell'intera spedizione qualora si trattasse di un ordine multiplo. La procedura prevede il non ritiro dell'oggetto danneggiato o la spedizione dello stesso alla casa madre, che provvederà, con i tempi necessari (a ricevere l'oggetto rotto e reindirizzarne uno nuovo), alla sostituzione senza aggravio di costi.
FATTURAZIONE
Per ogni ordine effettuato su Casalivingshop.it, a richiesta, si emetterà fattura del materiale spedito, con spedizione separata dal pacco non oltre 30 giorni dalla data di consegna. La merce, pertanto, sarà spedita accompagnata da solo documento di trasporto, e la fattura sarà inviata tramite e-mail all'intestatario dell'ordine.
Eventuali altre richieste andranno inoltrate preventivamente e concordate caso per caso.
La consegna sarà "franco marciapiede". Si richiede la presenza di un paio di persone per lo scarico e il trasporto in casa. La merce viene scaricata all'indirizzo indicato dal Cliente o meglio al punto più vicino raggiungibile dal vettore in caso di zona disagiata o difficilmente raggiungibile del vettore stesso (Centri Storici, Aree Pedonali, Aree Interdette al Traffico, Isole Pedonali, Strade strette, Strade di Montagna non praticabili, Strade Sterrate non praticabili, Strade scoscese con pendenze elevate, Isole non accessibili al traffico merci usuale, ecc...).
Qualora il luogo di consegna, dopo verifica da parte DEL CORRIERE, generasse problemi di trasporto non previsti dalle spese di spedizione e dall'offerta PRECEDENTEMENTE FORMULATA, l'azienda si riserva il diritto di concordare con il cliente, prima della spedizione, una nuova tariffa riformulata su misura della destinazione SPECIFICA.
 
Garanzie sui prodotti
GARANZIA LEGALE DI CONFORMITA'
Codice del consumo Dlgs 206/2005 Artt. 128-135
La garanzia di 24 mesi ai sensi del Codice del consumo si applica al prodotto che presenti un difetto di conformità, purché il prodotto stesso sia utilizzato correttamente, nel rispetto della sua destinazione d'uso e di quanto previsto nella documentazione tecnica allegata. Tale garanzia è riservata al Consumatore privato (persona fisica che acquista la merce per scopi non riferibili alla propria attività professionale, ovvero effettua l'acquisto senza indicare nel modulo d'ordine un riferimento di Partita IVA).
Per fruire dell'assistenza in garanzia, il Cliente dovrà conservare la fattura (o il DDT) ricevuti.
L'esercizio della Garanzia può prevedere la richiesta di assistenza ai Centri Assistenza Autorizzati presenti sul territorio e/o seguire le modalità illustrate nella documentazione presente all'interno della confezione el prodotto
In caso di difetto di conformità, TECNOSEAP srl, titolare del sito Casalivingshop.it  (o nel caso il produttore) provvede, senza spese per il Cliente, al ripristino della conformità del prodotto mediante riparazione/sostituzione o alla riduzione del prezzo, fino alla risoluzione del contratto. Se, a seguito di intervento da parte di un Centro Assistenza Autorizzato, il vizio non dovesse risultare un difetto di conformità ai sensi del Codice del consumo, al Cliente saranno addebitati gli eventuali costi di verifica e ripristino richiesti dall'Assistenza Autorizzata, nonché i costi di trasporto se sostenuti da TECNOSEAP srl, titolare del sito.
 Nel caso in cui, per qualsiasi ragione, non fosse in grado di rendere al proprio cliente un prodotto in garanzia (ripristinato o sostituito), TECNOSEAP srl potrà procedere a propria discrezione al rimborso del corrente prezzo di mercato del prodotto stesso o alla sua sostituzione con un prodotto di caratteristiche pari o superiori.
In particolare ai sensi degli articoli 128 – 135 del Codice del consumo
1. Il venditore ha l'obbligo di consegnare al consumatore beni conformi al contratto di vendita.
2. Si presume che i beni di consumo siano conformi al contratto se, ove pertinenti, coesistono le seguenti circostanze: a) sono idonei all'uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo; b) sono conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualità del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello; c) presentano la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicità o sull'etichettatura; d) sono altresì idonei all'uso particolare voluto dal consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e che il venditore abbia accettato anche per fatti concludenti.
3. Non vi e' difetto di conformità se, al momento della conclusione del contratto, il consumatore era a conoscenza del difetto non poteva ignorarlo con l'ordinaria diligenza o se il difetto di conformità deriva da istruzioni o materiali forniti dal consumatore.
4. Il venditore e' responsabile nei confronti del consumatore per qualsiasi difetto di conformità esistente al momento della consegna del bene.
5. In caso di difetto di conformità, il consumatore ha diritto al ripristino, senza spese, della conformità del bene mediante riparazione o sostituzione, ovvero ad una riduzione adeguata del prezzo o alla risoluzione del contratto (Nel determinare l'importo della riduzione o la somma da restituire si tiene conto dell'uso del bene).
Il consumatore può chiedere, a sua scelta, al venditore di riparare il bene o di sostituirlo, senza spese in entrambi i casi, salvo che il rimedio richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso rispetto all'altro. E' da considerare eccessivamente oneroso uno dei due rimedi se impone al venditore spese irragionevoli in confronto all'altro, tenendo conto: a) del valore che il bene avrebbe se non vi fosse difetto di conformità; b) dell'entità del difetto di conformità; c) dell'eventualità che il rimedio alternativo possa essere esperito senza notevoli inconvenienti per il consumatore. Per spese si intendono i costi indispensabili per rendere conformi i beni, in particolare modo con riferimento alle spese effettuate per la spedizione, per la mano d'opera e per i materiali.
6. Le riparazioni o le sostituzioni devono essere effettuate entro un congruo termine dalla richiesta e non devono arrecare notevoli inconvenienti al consumatore, tenendo conto della natura del bene e dello scopo per il quale il consumatore ha acquistato il bene.
7. Un difetto di conformità di lieve entità per il quale non e' stato possibile o e' eccessivamente oneroso esperire i rimedi della riparazione o della sostituzione, non da' diritto alla risoluzione del contratto.
8. Il venditore e' responsabile quando il difetto di conformità si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna del bene.
9. Il consumatore decade dal diritto alla garanzia se non denuncia al venditore il difetto di conformità entro il termine di due mesi dalla data in cui ha scoperto il difetto. La denuncia non e' necessaria se il venditore ha riconosciuto l'esistenza del difetto o lo ha occultato.
10. Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità.
Di conseguenza l'onere di provare il difetto di conformità e la data della sua manifestazione spetta al consumatore se il difetto si manifesta dopo i sei mesi dalla consegna del bene.
Se invece il difetto si manifesta entro sei mesi dalla consegna:
-Si presume che il difetto esistesse già al momento della consegna
-Si ha un'inversione dell'onere della prova a carico del venditore che deve dimostrare:
a. La non sussistenza del difetto di conformità denunciato
b. Che la presunzione dell'esistenza del difetto al momento della consegna sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità
c. Che la manifestazione del difetto sia posteriore ai sei mesi dalla consegna
11. L'azione diretta a far valere i difetti non dolosamente occultati dal venditore si' prescrive, in ogni caso, nel termine di ventisei mesi dalla consegna del bene; il consumatore, che sia convenuto per l'esecuzione del contratto, può tuttavia far valere sempre il diritto alla garanzia  purchè il difetto di conformità sia stato denunciato entro due mesi dalla scoperta e prima della scadenza del termine di cui al periodo precedente.
TEMPISTICHE
I tempi di riparazione o eventuale sostituzione del prodotto dipendono esclusivamente dalle politiche del produttore / fornitore e nessun danno può essere richiesto a TECNOSEAP srl, titolare del sito Casalivingshop.it,  per eventuali ritardi nell'effettuazione di riparazioni o sostituzioni.
RESTITUZIONE
 Nei casi in cui l'applicazione delle garanzie preveda la restituzione del prodotto, il bene dovrà essere restituito dal Cliente nella confezione originale, completa in tutte le sue parti (compresi imballo ed eventuale documentazione e dotazione accessoria: manuali, cavi, ecc...); per limitare danneggiamenti alla confezione originale, raccomandiamo di inserirla in una seconda scatola; va evitata in tutti i casi l'apposizione di etichette o nastri adesivi direttamente sulla confezione originale del prodotto.
Al Cliente verrà fornito un numero di autorizzazione al rientro del prodotto (RMA) che dovrà essere indicato all'esterno dell'imballo, seguendo le indicazioni fornite direttamente nella relativa e-mail di autorizzazione.
INSOLVENZA
 Se l'acquirente fallisce oppure, come ditta, entra in liquidazione (eccetto che a causa di una riorganizzazione o fusione), TECNOSEAP srl, titolare del sito Casalivingshop.it potrà disdire immediatamente il contratto senza preavviso – fatti salvi altri diritti TECNOSEAP srl, titolare del sito Casalivingshop.it, derivanti da questo contratto.
Causa di forza maggiore
 TECNOSEAP srl, titolare del sito Casalivingshop.it, non è tenuta a rispondere del mancato adempimento dei suoi obblighi se e nella misura in cui e fino a quando tale adempimento viene ritardato o impedito da circostanze che esulano dal controllo dell'azienda come, ad esempio, sciopero, serrate o vertenze sindacali di qualsiasi tipo, siano esse connessi ai propri dipendenti o ai dipendenti di altri, incendio, inondazione, esplosione, catastrofi naturali, interventi militari, blocchi, sabotaggi, rivoluzioni, tumulti, agitazioni civili, guerre o guerre civili, osservanza di disposizioni di autorità statali, portuali o internazionali, guasto agli impianti, guasto ai computer o ad altri sistemi e l'impossibilità di reperire apparecchiature.
 Se un evento di forza maggiore si protrae per oltre un mese, entrambi i contraenti possono risolvere il contratto liberandosi da qualsiasi responsabilità.
Diritto applicabile
 Il Contratto è soggetto al diritto materiale italiano e in tal senso deve essere interpretato e inteso. Le parti si impegnano a sottomettersi alla giurisprudenza ordinaria dei tribunali italiani. In particolare per qualsiasi controversia Foro esclusivo sarà quello di Roma.
Diritto di recesso (Decreto Legislativo 22 maggio 1999, n. 185)
 Nel caso in cui la stipula di un contratto di acquisto avvenga fuori dai locali commerciali, la vendita in questione e' soggetta al D.Lgs n. 50 del 15/01/1992 e dalle successive modifiche apportate dall'art. 5 del Decreto Legislativo n. 185 del 22/05/99, che prevede la possibilità da parte dell'acquirente di esercitare il diritto di recesso.
 Rientrano quindi in questo caso gli acquisti a distanza fatti tramite telefono, o tramite Internet, siano essi consegnati a domicilio oppure ritirati presso la sede dell'azienda.
Il diritto di recesso si applica alle persone fisiche (consumatori) che agiscono per scopi che possono considerarsi estranei alla propria attività commerciale. Sono perciò esclusi dal diritto di recesso, gli acquisti effettuati da rivenditori e da aziende.
In cosa consiste. Il consumatore ha diritto, entro un termine di 10 giorni dal ricevimento della merce, di esercitare il diritto di recesso. Tale diritto consiste nella facoltà di restituzione del bene acquistato, e nel conseguente rimborso relativo al prezzo di acquisto, intendendo come tale l'importo netto corrisposto per il bene escluse spese aggiuntive quali imballo, manodopera, trasporto, tasse di contrassegno.
Più precisamente, il cliente, se è un consumatore (ossia una persona fisica che acquista la merce per scopi non riferibili alla propria attività professionale, ovvero non effettua l'acquisto indicando nel modulo d'ordine a Casalivingshop.it  un riferimento di Partita IVA), ha diritto di recedere dal contratto di acquisto per qualsiasi motivo, senza necessità di fornire spiegazioni e senza alcuna penalità, fatto salvo quanto indicato ai successivi punti.
Per esercitare tale diritto, il cliente dovrà inviare a TECNOSEAP srl  una comunicazione in tal senso, entro 10 giorni dalla data di ricevimento della merce. Tale comunicazione dovrà essere inviata a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata a
TECNOSEAP srl
00166 Roma - Via Ciro Trabalza, 121
ovvero mediante telegramma o fax inviati sempre entro il suddetto termine di 10 giorni e seguiti da una conferma a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento, inviata TASSATIVAMENTE entro le 48 ore successive. Una volta pervenutaci la suddetta comunicazione di recesso, il Servizio Clienti Casalivingshop.it  provvederà rapidamente a comunicare al cliente tramite e-mail (all'indirizzo e-mail comunicato al momento dell'ordine) le istruzioni sulla modalità di restituzione, assegnando un codice univoco per il reso.
La merce dovrà essere restituita integra e funzionante, completa di tutte le sue parti e negli imballi originali (buste e confezioni, istruzioni, allegati, garanzia eccc…), custodita ed non adoperata, senza che vi siano segni di usura o sporcizia, nel rispetto delle condizioni riportate nei punti seguenti.
Il diritto di recesso è sottoposto alle seguenti condizioni:
      • il diritto si applica al prodotto acquistato nella sua interezza; non è possibile esercitare recesso solamente su parte del prodotto acquistato (es.: accessori, software allegati, ecc...);
      • il diritto non si applica ai prodotti sottovuoto, sigillati, piegati e sigillati con elementi non ripristinabili (compresi quelli inclusi a corredo), una volta aperti;
     • il bene acquistato dovrà essere integro e restituito nella confezione originale, completa in tutte le sue parti (compresi imballo ed eventuale documentazione e dotazione accessoria: manuali, cavi, ecc...); per limitare danneggiamenti alla confezione originale, raccomandiamo di inserirla in una seconda scatola, sulla quale apporre l'etichetta fornita da TECNOSEAP srl, riportante il codice di autorizzazione al rientro; va evitata in tutti i casi l'apposizione di etichette o nastri adesivi direttamente sulla confezione originale del prodotto;
     • il bene acquistato deve essere restituito in normale stato di conservazione, così come ricevuto: non verranno quindi accettati prodotti utilizzati che riportino segni di danneggiamento, usura o di sporcizia e che di conseguenza non possano più ritenersi integri;
      • a norma di legge, le spese di spedizione relative alla restituzione del bene sono a carico del cliente; non saranno inoltre rimborsate le spese di consegna al cliente ed eventuali altre spese accessorie evidenziate al momento dell'effettuazione dell'ordine;
      • la spedizione, fino all'attestato di avvenuto ricevimento nel nostro magazzino, è sotto la completa responsabilità del cliente;
     • in caso di danneggiamento del bene durante il trasporto, TECNOSEAP srl , darà comunicazione al cliente dell'accaduto, per consentirgli di sporgere tempestivamente denuncia nei confronti del corriere da lui scelto e ottenere il rimborso del valore del bene (se assicurato); in questa eventualità, il prodotto sarà messo a disposizione del cliente per la sua restituzione, contemporaneamente annullando la richiesta di recesso;
      • al suo arrivo in magazzino, il prodotto sarà esaminato per valutare eventuali danni o manomissioni non derivanti dal trasporto. Il diritto di recesso verrà approvato solo se gli involucri originali d'imballo non siano stati danneggiati e non sia stata rimossa o danneggiata alcuna etichetta attestante l'integrità del prodotto.
      • il bene soggetto a esercizio del diritto di recesso deve essere restituito in normale stato di conservazione, in quanto sia stato custodito ed eventualmente adoperato con l'uso della normale diligenza: non verranno quindi accettati prodotti utilizzati in assoluto, danneggiati o con presenza di sporcizia e che di conseguenza non possano più ritenersi integri;
 Entro 45 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione del recesso ovvero dalla data di ricevimento dei prodotti restituiti, se successiva, TECNOSEAP srl, rimborserà al consumatore le somme già pagate ad esclusione delle spese accessorie (imballo, manodopera, trasporto, spese di trasporto sostenute per la consegna), a mezzo Bonifico Bancario. Sarà cura del cliente fornire tempestivamente le coordinate bancarie sulle quali ottenere il rimborso (Cod. IBAN - Conto Corrente dell'intestatario della fattura). Nel caso in cui l'intestatario della fattura oggetto di esercizio di recesso non avesse proprie coordinate bancarie, può fornire quelle di un conto intestato a terzi facendo esplicita menzione a Tecnoseap srl, ad accreditare l'importo su tali coordinate bancarie a mezzo e-mail. Successivamente occorre inviare, seguendo le modalità sopra specificate, a Casalivingshop la raccomandata comprendente una dichiarazione scritta e firmata della volontà di esercitare il diritto di recesso e il riepilogo di tutti i dati sopra indicati e richiesti (inclusa anche l'eventuale autorizzazione ad accreditare l'importo su conto corrente bancario intestato a terzi).
Per quanto detto il diritto di recesso decade totalmente anche se non si è avuta tempestiva comunicazione entro 10 giorni e la merce non venga spedita/inviata TASSATIVAMENTE entro le 48 ore successive  alla comunicazione. Decade anche totalmente, per mancanza della condizione essenziale di integrità del bene (confezione e/o suo contenuto), nei casi in cui TECNOSEAP srl accerti:
      • l'utilizzo del bene che ne abbia compromesso l'integrità o l'utilizzo di eventuale materiale di consumo.
      • la mancanza della confezione esterna e/o dell'imballo interno originale;
      • l'assenza di elementi integranti del prodotto (accessori, cavi, manuali, parti, ...);
      • Confezioni sigillate/blister aperte.
      • il danneggiamento del prodotto.
 
Nel caso di decadenza del diritto di recesso, la merce rimarrà presso la sede di TECNOSEAP srl, a disposizione del Cliente per il ritiro a Suo carico.
Come rispedire la merce. Dopo aver ottenuto il codice autorizzazione rientro dall'operatore, imballare accuratamente i materiali in modo da salvaguardare gli involucri originali dei prodotti da qualsiasi danneggiamento, scritta o apposizione di etichette. Il negozio/azienda da contattare è quello che ha fornito la merce come specificato nella fattura originale o nel documento di accompagnamento.
Decreto Legislativo 22 maggio 1999, n. 185
"Attuazione della direttiva 97/7/CE relativa alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza" Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 143 del 21 giugno 1999
(Rettifica G.U. n. 230 del 30 settembre 1999)
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Vista la direttiva 97/7/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 maggio 1997, riguardante la protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza;
Vista la legge 24 aprile 1998, n. 128;
Visto il decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50;
Visto l'articolo 14 della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Viste le deliberazioni del Consiglio dei Ministri, adottate nelle riunioni del 14 e del 21 maggio 1999;
Sulla proposta dei Ministri per le politiche comunitarie e dell'industria, del commercio e dell'artigianato, di concerto con i Ministri degli affari esteri, di grazia e giustizia e del tesoro, del bilancio e della programmazione economica;
E m a n a
il seguente decreto legislativo:
Art.1.
D e f i n i z i o n i
1. Ai fini del presente decreto si intende per:
a) contratto a distanza: il contratto avente per oggetto beni o servizi stipulato tra un fornitore e un consumatore nell'ambito di un sistema di vendita o di prestazione di servizi a distanza organizzato dal fornitore che, per tale contratto, impiega esclusivamente una o piu' tecniche di comunicazione a distanza fino alla conclusione del contratto, compresa la conclusione del contratto stesso;
b) consumatore: la persona fisica che, in relazione ai contratti di cui alla lettera a), agisce per scopi non riferibili all'attivita' professionale eventualmente svolta;
c) fornitore: la persona fisica o giuridica che nei contratti a distanza agisce nel quadro della sua attivita' professionale;
d) tecnica di comunicazione a distanza: qualunque mezzo che, senza la presenza fisica e simultanea del fornitore e del consumatore, possa impiegarsi per la conclusione del contratto tra le dette parti; un elenco indicativo delle tecniche contemplate dal presente decreto e' riportato nell'allegato I;
e) operatore di tecnica di comunicazione: la persona fisica o giuridica, pubblica o privata, la cui attivita' professionale consiste nel mettere a disposizione dei fornitori una o piu' tecniche di comunicazione a distanza.
Art.2.
Campo di applicazione
1. Il presente decreto si applica ai contratti a distanza, esclusi i contratti:
a) relativi ai servizi finanziari, un elenco indicativo dei quali e' riportato nell'allegato II;
b) conclusi tramite distributori automatici o locali commerciali automatizzati;
c) conclusi con gli operatori delle telecomunicazioni impiegando telefoni pubblici;
d) relativi alla costruzione e alla vendita o ad altri diritti relativi a beni immobili, con esclusione della locazione;
e) conclusi in occasione di una vendita all'asta.
Art.3.
Informazioni per il consumatore
1. In tempo utile, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, il consumatore deve ricevere le seguenti informazioni:
a) identita' del fornitore e, in caso di contratti che prevedono il pagamento anticipato, l'indirizzo del fornitore;
b) caratteristiche essenziali del bene o del servizio;
c) prezzo del bene o del servizio, comprese tutte le tasse o le imposte;
d) spese di consegna;
e) modalita' del pagamento, della consegna del bene o della prestazione del servizio e di ogni altra forma di esecuzione del contratto;
f) esistenza del diritto di recesso o di esclusione dello stesso ai sensi dell'articolo 5, comma3;
g) modalita' e tempi di restituzione o di ritiro del bene in caso di esercizio del diritto di recesso;
h) costo dell'utilizzo della tecnica di comunicazione a distanza, quando e' calcolato su una base diversa dalla tariffa di base;
i) durata della validita' dell'offerta e del prezzo;
l) durata minima del contratto in caso di contratti per la fornitura di prodotti o la prestazione di servizi ad esecuzione continuata o periodica.
2. Le informazioni di cui al comma 1, il cui scopo commerciale deve essere inequivocabile, devono essere fornite in modo chiaro e comprensibile, con ogni mezzo adeguato alla tecnica di comunicazione a distanza impiegata, osservando in particolare i principi di buona fede e di lealta' in materia di transazioni commerciali, valutati alla stregua delle esigenze di protezione delle categorie di consumatori particolarmente vulnerabili.
3. In caso di comunicazioni telefoniche, l'identita' del fornitore e lo scopo commerciale della telefonata devono essere dichiarati in modo inequivocabile all'inizio della conversazione con il consumatore, a pena di nullita' del contratto.
4. Nel caso di utilizzazione di tecniche che consentono una comunicazione individuale, le informazioni di cui al comma 1 sono fornite, ove il consumatore lo richieda, in lingua italiana. In tal caso, sono fornite nella stessa lingua anche la conferma e le ulteriori informazioni di cui all'articolo 4.
Art.4.
Conferma scritta delle informazioni
1. Il consumatore deve ricevere conferma per iscritto o, a sua scelta, su altro supporto duraturo a sua disposizione ed a lui accessibile, di tutte le informazioni previste dall'articolo 3, comma 1, prima od al momento della esecuzione del contratto. Entro tale momento e nelle stesse forme devono comunque essere fornite al consumatore anche le seguenti informazioni:
a) un'informazione sulle condizioni e le modalita' di esercizio del diritto di recesso ai sensi dell'articolo 5, inclusi i casi di cui all'articolo 5, comma 2;
b) l'indirizzo geografico della sede del fornitore a cui il consumatore puo' presentare reclami;
c) le informazioni sui servizi di assistenza e sulle garanzie commerciali esistenti;
d) le condizioni di recesso dal contratto in caso di durata indeterminata o superiore ad un anno.
2. Le disposizioni di cui al presente articolo non si applicano ai servizi la cui esecuzione e' effettuata mediante una tecnica di comunicazione a distanza, qualora i detti servizi siano forniti in un'unica soluzione e siano fatturati dall'operatore della tecnica di comunicazione. Anche in tale caso il consumatore deve poter disporre dell'indirizzo geografico della sede del fornitore cui poter presentare reclami.
Art.5.
Esercizio del diritto di recesso
1. Il consumatore ha diritto di recedere da qualunque contratto a distanza, senza alcuna penalita' e senza specificarne il motivo, entro il termine di dieci giorni lavorativi decorrente:
a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore ove siano stati soddisfatti gli obblighi di cui all'articolo 4 o dal giorno in cui questi ultimi siano stati soddisfatti, qualora cio' avvenga dopo la conclusione del contratto purche' non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa;
b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto o dal giorno in cui siano stati soddisfatti gli obblighi di cui all'articolo 4, qualora cio' avvenga dopo la conclusione del contratto purche' non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa.
2. Nel caso in cui il fornitore non abbia soddisfatto gli obblighi di cui all'articolo 4, il termine per l'esercizio del diritto di recesso e' di tre mesi e decorre:
a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore;
b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto.
3. Salvo diverso accordo tra le parti, il consumatore non puo' esercitare il diritto di recesso previsto ai commi 1 e 2 per i contratti:
a) di fornitura di servizi la cui esecuzione sia iniziata, con l'accordo del consumatore, prima della scadenza del termine di dieci giorni previsto dal comma 1;
b) di fornitura di beni o servizi il cui prezzo e' legato a fluttuazioni dei tassi del mercato finanziario che il fornitore non e' in grado di controllare;
c) di fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati o che, per loro natura, non possono essere rispediti o rischiano di deteriorarsi o alterarsi rapidamente;
d) di fornitura di prodotti audiovisivi o di software informatici sigillati, aperti dal consumatore;
e)di fornitura di giornali, periodici e riviste;
f) di servizi di scommesse e lotterie.
4. Il diritto di recesso si esercita con l'invio, entro il termine previsto, di una comunicazione scritta all'indirizzo geografico della sede del fornitore mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione puo' essere inviata, entro lo stesso termine, anche mediante telegramma, telex e facsimile, a condizione che sia confermata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le 48 ore successive.
5. Qualora sia avvenuta la consegna del bene il consumatore e' tenuto a restituirlo o a metterlo a disposizione del fornitore o della persona da questi designata, secondo le modalita' ed i tempi previsti dal contratto. Il termine per la restituzione del bene non puo' comunque essere inferiore a dieci giorni lavorativi decorrenti dalla data del ricevimento del bene.
6. Le uniche spese dovute dal consumatore per l'esercizio del diritto di recesso a norma del presente articolo sono le spese dirette di restituzione del bene al mittente, ove espressamente previsto dal contratto a distanza.
7. Se il diritto di recesso e' esercitato dal consumatore conformemente alle disposizioni del presente articolo, il fornitore e' tenuto al rimborso delle somme versate dal consumatore. Il rimborso deve avvenire gratuitamente, nel minor tempo possibile e in ogni caso entro trenta giorni dalla data in cui il fornitore e' venuto a conoscenza dell'esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore.
8. Qualora il prezzo di un bene o di un servizio, oggetto di un contratto a distanza, sia interamente o parzialmente coperto da un credito concesso al consumatore, dal fornitore ovvero da terzi in base ad un accordo tra questi e il fornitore, il contratto di credito si intende risolto di diritto, senza alcuna penalita', nel caso in cui il consumatore eserciti il diritto di recesso conformemente alle disposizioni di cui ai precedenti commi. E' fatto obbligo al fornitore di comunicare al terzo concedente il credito l'avvenuto esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore. Le somme eventualmente versate dal terzo che ha concesso il credito a pagamento del bene o del servizio fino al momento in cui ha conoscenza dell'avvenuto esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore sono rimborsate al terzo dal fornitore, senza alcuna penalita', fatta salva la corresponsione degli interessi legali maturati.
 Art.6.
Esecuzione del contratto
1. Salvo diverso accordo tra le parti, il fornitore deve eseguire l'ordinazione entro trenta giorni a decorrere dal giorno successivo a quello in cui il consumatore ha trasmesso l'ordinazione al fornitore.
2. In caso di mancata esecuzione dell'ordinazione da parte del fornitore, dovuta alla indisponibilita', anche temporanea, del bene o del servizio richiesto, il fornitore, entro il termine di cui al comma 1, informa il consumatore, secondo le modalita' di cui all'articolo 4, comma 1, e provvede al rimborso delle somme eventualmente gia' corrisposte per il pagamento della fornitura. Salvo consenso del consumatore, da esprimersi prima o al momento della conclusione del contratto, il fornitore non puo' adempiere eseguendo una fornitura diversa da quella pattuita, anche se di valore e qualita' equivalenti o superiori.
Art.7.
E s c l u s i o n i
1. Gli articoli 3, 4, 5 e il comma 1 dell'articolo 6 non si applicano:
a) ai contratti di fornitura di generi alimentari, di bevande o di altri beni per uso domestico di consumo corrente forniti al domicilio del consumatore, al suo luogo di residenza o al suo luogo di lavoro, da distributori che effettuano giri frequenti e regolari;
b) ai contratti di fornitura di servizi relativi all'alloggio, ai trasporti, alla ristorazione, al tempo libero, quando all'atto della conclusione del contratto il fornitore si impegna a fornire tali prestazioni ad una data determinata o in un periodo prestabilito.
Art.8.
Pagamento mediante carta
1. Il consumatore puo' effettuare il pagamento mediante carta ove cio' sia previsto tra le modalita' di pagamento, da comunicare al consumatore al sensi dell'articolo 3, comma 1, lettera e), del presente decreto legislativo.
2. L'istituto di emissione della carta di pagamento riaccredita al consumatore i pagamenti dei quali questi dimostri l'eccedenza rispetto al prezzo pattuito ovvero l'effettuazione mediante l'uso fraudolento della propria carta di pagamento da parte del fornitore o di un terzo, fatta salva l'applicazione dell'articolo 12 del decreto-legge 3 maggio 1991, n. 143, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 luglio 1991, n. 197. L'istituto di emissione della carta di pagamento ha diritto di addebitare al fornitore le somme riaccreditate al consumatore.
Art.9.
Fornitura non richiesta
1. E' vietata la fornitura di beni o servizi al consumatore in mancanza di una sua previa ordinazione nel caso in cui la fornitura comporti una richiesta di pagamento.
2. Il consumatore non e' tenuto ad alcuna prestazione corrispettiva in caso di fornitura non richiesta. In ogni caso, la mancata risposta non significa consenso.
Art.10.
Limiti all'impiego di talune tecniche di comunicazione a distanza
1. L'impiego da parte di un fornitore del telefono, della posta elettronica di sistemi automatizzati di chiamata senza l'intervento di un operatore o di fax, richiede il consenso preventivo del consumatore.
2. Tecniche di comunicazione a distanza diverse da quelle di cui al comma 1, qualora consentano una comunicazione individuale, possono essere impiegate dal fornitore se il consumatore non si dichiara esplicitamente contrario.
Art.11.
Irrinunciabilita' dei diritti
1. I diritti attribuiti al consumatore dal presente decreto legislativo sono irrinunciabili. E' nulla ogni pattuizione in contrasto con le disposizioni del presente decreto.
2. Ove le parti abbiano scelto di applicare al contratto una legislazione diversa da quella italiana, al consumatore devono comunque essere riconosciute le condizioni di tutela previste dal presente decreto legislativo.
Art.12.
S a n z i o n i
1. Fatta salva l'applicazione della legge penale qualora il fatto costituisca reato, il fornitore che contravviene alle norme di cui agli articoli 3, 4, 6, 9 e 10 del presente decreto legislativo, ovvero che ostacola l'esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore secondo le modalita' di cui all'articolo 5 o non rimborsa al consumatore le somme da questi eventualmente pagate, e' punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 500,00 a euro 5000,00.
2. Nei casi di particolare gravita' o di recidiva, i limiti minimo e massimo della sanzione indicata al comma 1 sono raddoppiati.
3. Le sanzioni sono applicate ai sensi della legge 24 novembre 1981, n. 689. Fermo restando quanto previsto in ordine ai poteri di accertamento degli ufficiali e degli agenti di polizia giudiziaria dall'articolo 13 della predetta legge 24 novembre 1981, n. 689, all'accertamento delle violazioni provvedono, di ufficio o su denunzia, gli organi di polizia amministrativa. Il rapporto previsto dall'articolo 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689, e' presentato all'ufficio provinciale dell'industria, del commercio e dell'artigianato della provincia in cui vi e' la residenza o la sede legale dell'operatore commerciale.
Art.13.
Azioni collettive
1. In relazione alle disposizioni del presente decreto legislativo, le associazioni dei consumatori e degli utenti sono legittimate ad agire a tutela degli interessi collettivi dei consumatori, ai sensi dell'articolo 3 della legge 30 luglio 1998, n. 281.
Art.14.
Foro competente
1. Per le controversie civili inerenti all'applicazione del presente decreto legislativo la competenza territoriale inderogabile e' del giudice del luogo di residenza o di domicilio del consumatore, se ubicati nel territorio dello Stato.
Art.15.
Disposizioni transitorie e finali
1. Il contratto a distanza deve contenere il riferimento al presente decreto legislativo.
2. Fino alla emanazione di un testo unico di coordinamento delle disposizioni di cui al presente decreto legislativo con la disciplina recata dal decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50, alle forme speciali di vendita previste dall'articolo 9 del decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50, e dagli articoli 18 e 19 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, si applicano le disposizioni piu' favorevoli per il consumatore contenute nel presente decreto legislativo.
3. Il presente decreto legislativo entra in vigore centoventi giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Allegato I
Tecniche di comunicazione di cui all'articolo 1, comma 1, lettera d):
stampati senza indirizzo;
stampati con indirizzo;
lettera circolare;
pubblicita' stampa con buono d'ordine;
catalogo;
telefono con intervento di un operatore;
telefono senza intervento di un operatore (dispositivo automatico di chiamata, audiotext);
radio;
videotelefono (telefono con immagine);
teletext (microcomputer, schermo di televisore) con tastiera o schermo sensibile al tatto;
posta elettronica;
fax;
televisore, (teleacquisto, televendita).
Allegato II
Servizi finanziari di cui all'articolo 2, comma 1, lettera a):
servizi d'investimento;
operazioni di assicurazione e di riassicurazione;
servizi bancari;
operazioni riguardanti fondi di pensione;
servizi riguardanti operazioni a termine o di opzione.
Tali servizi comprendono in particolare:
i servizi di investimento di cui all'allegato della direttiva 93/22/CEE, i servizi di societa' di investimenti collettivi;
i servizi che rientrano nelle attivita' che beneficiano del riconoscimento reciproco di cui si applica l'allegato della seconda direttiva 89/646/CEE;
le operazioni che rientrano nelle attivita' di assicurazione e riassicurazione di cui:
all'articolo 1 della direttiva 73/239/CEE;
all'allegato della direttiva 79/267/CEE;
alla direttiva 64/225/CEE;
alle direttive 92/49/CEE e 92/96/CEE.
Diritto applicabile
Il Contratto è soggetto al diritto materiale italiano e in tal senso deve essere interpretato e inteso. Le parti si impegnano a sottomettersi alla giurisprudenza ordinaria dei tribunali italiani. In particolare per qualsiasi controversia Foro esclusivo sarà quello di Roma.
Note legali
condizioni di utilizzo
-Termini e condizioni di utilizzo
Il Sito risponde allo scopo di fornire ai suoi destinatari, siano essi imprese, organizzazioni, enti o singoli utenti, informazioni riguardanti la struttura dell'Azienda, i servizi forniti e relativi alla vendita, al trasporto e le modalità di erogazione di tali servizi.
L'utente prende atto che il suo utilizzo è subordinato all'accettazione dei termini e delle condizioni qui di seguito stabilite.
-Proprietà intellettuale
Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi, immagini e architettura del Sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.
I contenuti delle pagine del Sito non possono, né totalmente né in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società TECNOSEAP srl, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo Sito unicamente per utilizzo personale.
Qualsiasi forma di link al presente Sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della società TECNOSEAP srl .
E' vietato il cd. deep linking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del Sito.
E' inoltre vietato il collegamento diretto alle pagine del Sito, relative ai servizi forniti on-line dalla società TECNOSEAP srl, le quali comportino l'acquisizione di dati personali degli stessi, senza passare per la pagina introduttiva del servizio, contenente l'informativa ai sensi del Codice privacy .
L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.
-Limiti di responsabilità
La società TECNOSEAP srl, salvo diverse indicazioni di legge, non potrà essere ritenuta in alcun modo responsabile dei danni di qualsiasi natura causati direttamente o indirettamente dall'accesso al Sito, dall'incapacità o impossibilità di accedervi, dall'affidamento alle notizie in esso contenute o dal loro impiego.
La società si riserva il diritto di modificare i contenuti del Sito e di questa pagina  in qualsiasi momento e senza alcun preavviso.
La società non assume alcuna responsabilità per servizi offerti da terzi con i quali il Sito abbia attivato un link di collegamento, e per qualsiasi altro contenuto, informazione o quant'altro contrario alle leggi dello Stato italiano presenti nella risorsa del terzo collegata all'allegato link .
I collegamenti a siti esterni sono forniti come semplice servizio agli utenti, con esclusione di ogni responsabilità sulla correttezza e sulla completezza dell'insieme dei collegamenti indicati.
L'indicazione di link non implica, inoltre, da parte della società TECNOSEAP srl, alcun tipo di approvazione o condivisione di responsabilità in relazione alla completezza e alla correttezza delle informazioni contenute nei siti indicati.
- Titolare del trattamento
Titolare del trattamento dei dati personali derivante dall'utilizzo del Sito è la società TECNOSEAP srl